Frattura da compressione della colonna vertebrale compensato

GIOVANE DONNA VITTIMA DI MALASANITA'

Mal di schiena per il ciclo di 21 giorni

Ma quando la densità ossea continua a diminuire, possono verificarsi delle fratture ossee, spesso senza una causa identificabile, con conseguenti dolori intensi. Talvolta è sufficiente una caduta leggera, il sollevamento di oggetti o una rotazione leggermente più rapida della parte superiore del corpo per provocare fratture ossee.

Particolarmente frequenti in questo quadro sono le fratture ossee della colonna vertebrale fratture vertebrali. Tuttavia quando la densità ossea diminuisce in modo eccessivo, si configura frattura da compressione della colonna vertebrale compensato ogni probabilità un quadro osteoporotico.

Le ossa frattura da compressione della colonna vertebrale compensato quindi sempre più porose e instabili e possono fratturarsi già alla minima sollecitazione. Questo fenomeno coinvolge con particolare frequenza i corpi vertebrali della colonna vertebrale, con dolori forti e improvvisi e la conseguente impossibilità di fare qualunque ulteriore movimento. Questo errore di valutazione è insidioso in quanto, dopo la prima frattura in un corpo vertebrale, il rischio di nuove fratture ossee rotture aumenta in modo esponenziale.

In caso di manifestazione della patologia a livello della colonna vertebrale, non è quindi rara una diminuzione della statura di diversi centimetri. La mancanza di movimento provoca inoltre un indebolimento o addirittura frattura da compressione della colonna vertebrale compensato riduzione generale della muscolatura, da cui derivano instabilità e insicurezza nella camminata.

Questa insicurezza aumenta a sua volta il rischio di cadute, in un vero e proprio circolo vizioso. Le misure preventive devono iniziare già frattura da compressione della colonna vertebrale compensato giovane età, per costruire preventivamente la maggior quantità di massa ossea possibile.

Chi desidera non mettere a rischio la salute delle proprie ossa deve inoltre evitare fumo e bevande alcoliche ed evitare di scendere sottopeso. Obiettivo del trattamento medico è rallentare la diminuzione di massa ossea favorendone la ricostruzione, riducendo il dolore ed evitando eventuali fratture ossee.

Nei mesi invernali si consiglia di assumere preparati a base di vitamina D. Per chi è affetto da osteoporosi, i dispositivi medicali come ortesi o corsetti possono contribuire a garantire uno scarico della schiena.

La sua chiusura con cerniera lampo permette di indossarla e toglierla con la massima semplicità. DorsoTrain supporta la colonna vertebrale, senza limitare la libertà di frattura da compressione della colonna vertebrale compensato. In questo caso il sostegno necessario è garantito da una stecca in alluminio. Un sistema di cinturini di trazione ed un tutore per il bacino con posizionamento basso garantiscono una perfetta aderenza alla struttura del paziente.

Il tutore, posizionato a livello del bacino, fornisce adeguato supporto, con conseguente miglioramento della camminata ed una riduzione del rischio di cadute. Questa ortesi è facile e comoda da indossare e lascia liberi addome e torace: è praticamente invisibile sotto i vestiti e non limita il movimento. In caso di un esteso aumento della cifosi ed in presenza di fratture multiple dei corpi vertebrali, viene in aiuto SofTec Dorso.

È realizzata con una stecca dorsale rinforzata, un sistema di cinturini di trazione ed un tutore che fascia tutto il tronco. Questa ortesi stabilizza la colonna vertebrale, la mantiene dritta e contrasta eventuali movimenti di rotazione. Estremamente comoda, si indossa come un gilet e lascia libero il torace. Home Approfondimenti Osteoporosi Osteoporosi della colonna vertébrale.

Osteoporosi della colonna vertébrale terapia e prevenzione.